Pensiero positivo: come vivere meglio pensando nel modo giusto
Pensiero positivo
Bytwenty20photos

Come può il pensiero positivo influenzare le nostre vite? Come si impara a pensare bene? Vediamolo assieme.

La mente è meravigliosa, questa frase, della quale pare talvolta si abusi, vuole sintetizzare un concetto importantissimo, fondamentale: il potere della mente. Limitarsi a definire la mente meravigliosa può trovare disaccordo da parte di chi, invece, ritiene che la mente sia un luogo di angoscia.

In realtà la definizione corretta sarebbe “potente”: la mente è potente. Su questo non si potrebbero trovare disappunti. La mente è infatti uno strumento con delle potenzialità incredibili. Uno strumento che può rappresentare un’arma a doppio taglio e arrivare a provocare dolore, anche fisico se usata in modo scorretto. Per questo va maneggiata, usata, sfruttata saggiamente e nel modo giusto. Come? Con i pensieri giusti.

Come pensare nel modo giusto

Ciò che pensiamo influenza il nostro modo di essere. I pensieri negativi spesso si annidano nella nostra mente condizionando le nostre azioni, talvolta siamo noi stessi a metterli nella mente, altre volte vengono insidiati da altre persone. In ogni caso siamo noi a concedere loro di entrare, siamo noi ad avere il potere di aprire o chiudere quella porta. Il primo passo da compiere è quindi impedire ai cattivi pensieri di entrare nella nostra mente, o perlomeno di soggiornarvi. Pensare positivo è un ottimo modo per attirare energia positiva.

Indipendentemente dal fatto che si creda o meno alla legge dell’attrazione, i pensieri positivi portano benefici palesi e visibili alla nostra psiche, al nostro corpo, alla nostra salute. Quante volte abbiamo notato la bellezza fisica che traspare da una persona felice, di una persona innamorata, di una persona serena?

Dobbiamo avere la consapevolezza che noi siamo in grado di dominare i nostri pensieri e quindi la nostra mente. Positività, ottimismo e buoni propositi sono i presupposti affinché la nostra mente sia uno strumento a noi favorevole. Spesso siamo però turbati, abbiamo pensieri distruttivi che levano l’armonia, la serenità e la pace. Non nutrire questi pensieri, non coltivarli non da modo loro di crescere e di prendere il sopravvento. Questo dovrebbe accadere per i pensieri negativi, per il rancore verso qualcuno, per l’invidia, l’odio.

Pensiero positivo: esercizi

Imparare a pensare bene si può. Pensare positivo porta benefici talmente grandi che se solo ne fossimo consapevoli saremmo già propensi a farlo. Pensare bene porta serenità, benessere fisico e psichico, attira energie positive, guarisce l’aurea.

Esattamente come gli esercizi fisici anche gli esercizi mentali portano risultati apprezzabili se eseguiti costantemente. Esercitarsi quotidianamente al pensiero positivo, sostituire i pensieri negativi con i pensieri buoni è un ottimo modo per insegnare alla nostra mente a pensare bene.

  • annotare quotidianamente le cose positive, anche banali, che sono accadute durante il giorno
  • fare una lista di buoni propositi ed impegnarsi a rispettarli
  • leggere e scrivere aforismi e frasi volte alla positività
  • cercare di allontanare le persone eccessivamente negative o nocive (es narcisisti, persone anaffettive)
  • evitare i discorsi alle spalle, le critiche non costruttive
  • cercare di ridere, la risata è un toccasana, anche vedere un film divertente ogni tanto si rivela utile
  • osservare la natura o comunque cercare di trovare il bello che ci circonda e che spesso resta nell’ombra

Facile direte voi se accadono solo cose belle. Nel momento in cui la vita ci mette di fronte a prove difficili come si fa a pensare positivo? Ecco il momento difficile è proprio quello in cui il pensiero positivo può venirci in aiuto. E’ il momento in cui la nostra mente può trasformarsi in un’ancora di salvezza. La resilienza in tal senso si rivela uno strumento utilissimo che può letteralmente ribaltare le situazioni trasformando un momento doloroso o difficile in un’opportunità di crescita.

Non si deve nemmeno avere la pretesa che la vita sia esente dal dolore o dalle prove. Non sta in quello il segreto di una vita serena, quanto piuttosto nel sapere gestire gli eventi che ci accadono, nel sapere reagire nel modo giusto, nel saper indirizzare la mente in modo tale che possa, comunque, mantenersi un luogo sereno, equilibrato, sicuro.

Vedere il bicchiere mezzo pieno resta un principio prezioso.

Concludendo, il nostro punto di vista, il modo in cui vediamo le cose, il modo in cui pensiamo, influenza le nostre vite. La mente è nostra e sta a noi gestirne il contenuto, sta a noi proteggerla dai pensieri nocivi, tossici. Sta a noi usare questo strumento affinché ci si possa riconoscere appieno nel motto “la mente è meravigliosa”.

Leave a Reply

Your email address will not be published.