reputazione online

Reputazione on line

reputazione on lineReputazione on line, web, brand reputation e reputazione digitale: tutto quello che dovete sapere!

La reputazione on line, o reputazione online, a seconda di come vogliate scriverlo, o web reputation è cosa dei giorni nostri. Partiamo dal significato e definizione del testo.

La reputazione (o nomea) di un soggetto (una persona, un’istituzione, un’azienda e così via) è la considerazione di cui questo soggetto gode nella società. La reputazione ha valenza neutra; si può godere di una buona o di una cattiva reputazione. Differenziamo i settori quindi , in diritto il concetto “reputazione” è legato tra le altre cose ai reati di diffamazione e ingiuria. In Economia, ci si avvicina al concetto di brand reputation, poichè riguarda la reputazione aziendale e il rischio reputazionale. In sociologia, il concetto attiene alla credibilità di un soggetto all’interno del gruppo sociale. Arrivando al web, alla reputazione on line che riguarda tutto cio’ che viene pubblicato online e concerne non solo l’individuo ma un prodotto, un servizio, un progetto o un evento.

Come possiamo sapere che tipo di web reputation o reputazione on line abbiamo o ha una determinata persona? A mio parere la cosa è molto semplice. Sappiamo che nella stragrande maggioranza dei casi, il datore di lavoro nella scelta del suo collaboratore, o dipendente, controlla la reputazione on line della persona interessata. Tale controllo è molto semplice, può partire dal nome e cognome, può essere effettuato attraverso il numero di telefono, e può allargarsi oltre alle informazioni reperite in Google anche ai social, per trovare la sua reputazione online. Da qui la social reputation, che prende in esame solitamente i social network come Facebook, Twitter, Linkedin ed altri meno noti.

A volte può capitare di vedere informazioni sgradite digitando il nostro nome, informazioni vecchie, che speravamo non fossero più online da molto tempo, a volte imbarazzanti e quant’altro di lesivo alla reputazione on line individuale possa esserci. Potremmo essere anche vittime di persone che per fare un dispetto, o per ragioni più gravi,  immettono nel web una serie di informazioni, diffamatorie o  veritiere che siano, che non vorremmo fossero viste da altri. A livello personale, rimaniamo in una sfera che confina con il legale, pertanto se siete preoccupati per la vostra web reputation nei social o in Google, cercate le informazioni che tutti possono vedere, e chiedete rimozione ai singoli siti, in caso non la doveste ottenere presentate una denuncia formale, mediamente gli amministratori dei siti, forum o blog vengono incontro a tali richieste, ma potrebbe accadere che ci siano persone poco ragionevoli, il mio consiglio è di agire tempestivamente, recandovi da un avvocato per un consiglio, e intervenendo prima che sia tardi.

Purtroppo c’è la parte brand reputation (reputazione online del marchio) che può riguardare entrambi i settori, individuale e commerciale, poichè se ci pensiamo ci sono numerose persone che fanno del loro nome un servizio, una attività, e ledere la reputation web del nome significherà un danno commerciale non da poco.

Qualche accorgimento per tutte le cose che possiamo gestire da soli, in prevenzione a una cattiva web reputation :

  • non mettere una foto profilo, in facebook o nei social generalmente, troppo ardita, considerate che chi vi cerca per nome e cognome potrebbe trovarla come prima vostra presentazione.
  • verificare con frequenza la privacy dei nostri contatti, ovvero verificare le liste di nomi che possono vedere cio’ che pubblichiamo, dalla foto del gattino, a uno sfogo contro il “capo”, i social permettono di scegliere cosa mostrare, a chi mostrare e a chi no, quindi settate in modo corretto la condivisione.
  • mettere dei filtri nella propria bacheca, attenzione ai tag e alla possibilità di far scrivere ad altri nella vostra bacheca, vi potreste trovare in situazioni imbarazzanti.
  • non accettate di firmare liberatorie di cui non capite pienamente il significato, ad esempio nei locali notturni, nelle discoteche, la moda di fare foto patinate che poi fanno il giro dei social è una moda che ha preso un po’ tutti di mira, se volete evitare è un vostro diritto… non sorridete al fotografo!
  • attenzione ai geolocalizzatori, se non volete far sapere di essere in un posto magari durante una noiosa riunione di lavoro, non attivate mai il geolocal online.
  • ultimo consiglio, non condividete mai foto intime a persone che non conoscete davvero molto bene, e di cui vi fidate ciecamente. Purtroppo gente senza alcun ritegno è sempre in attività, una vostra foto nelle mani sbagliate può mettervi in grave difficoltà, e ai maschietti aggiungerei,  sveglia ragazzi.. se non siete degli adoni e la vostra età è più vicina ai 60 che ai 20, difficilmente una bellissima ragazza procace vi chiede un incontro in skype per un colpo di fulmine. Sono truffe in piena regola, cercate di ragionare e non cascarci!

Se fate attenzione a questi punti, sono abbastanza certa che dovreste salvare la vostra reputazione online, o per lo meno avete fatto il possibile, dopo certamente c’è di tutto al mondo, da chi riesce ad entrare nel vostro account in modo illegale, a chi utilizza account “fake” per entrare nella vostra cerchia di amicizie, non è possibile a volte controllare tutto, ma a volte basta una domanda posta prima di cliccare su un “accetta”. Ricordate che tutti gli abusi sono punibili per legge, e la Cassazione sta lavorando per “connettersi” con il mondo online ultimamente, infatti sono sempre di più le cause che finiscono in giudizio per reati legati al mondo web online e della reputazione online.

Brand reputation, reputazione online web di un’azienda, di un prodotto, di unreputazione online servizio.

E’ difficile controllare i grandi numeri, e se per questioni personali a volte è sufficiente un buon avvocato e una multa,  per questioni che comprendono l’utilizzo in massa di strumenti di recensioni, pensiamo ad esempio a Tripadvisor, diventa davvero impegnativo arginare gli eventuali danni. Qualcuno dice che se si ha un buon prodotto, o se si vende un ottimo servizio, si è già a posto, ma in realtà esistono situazioni in cui il prodotto non è sufficiente.

Recensioni false che minano la reputazione on line ne esistono a centinaia anche su Tripadvisor naturalmente, poichè da sempre esistono persone invidiose o che hanno una vera e propria strategia per “abbattere” il competitor troppo forte, utilizzando questa formula. Bisogna in questo caso cercare di capire, attraverso un’analisi attenta, qual è il nostro nemico, che probabilmente sta investendo oltre che sul proprio marketing, anche sull’uso di recensioni negative che minano il brand reputation aziendale. Se si capisce questo, è già una base di partenza, nella quale interviene la “seo reputation“, ovvero un consulente, o agenzia seo, che si impegnerà attraverso tecniche di posizionamento, a riempire fisicamente più slot possibili per fare in modo che i commenti e le recensioni negative escano di scena, o diventino il meno possibile visibili. Non dimentichiamo infatti che l’utente medio si ferma alla prima pagina di ricerca, un commento negativo che esce tra i primi 5 risultati non ha la stessa potenza di fuoco di una recensione negativa in quarta pagina. La seo reputation è così il mezzo per rafforzare il la reputazione online di un brand, di un marchio o del professionista attaccato.

Quando invece la reputazione online negativa è legata a recensioni scritte in modo autentico, ed è legata al fenomeno dei troll digitali, parliamo di un problema che ha un altro respiro e dimensioni notevoli. Sapete bene quanti, dietro una testiera, dimostrino di essere dei giudici senza pietà, e io stessa mi meraviglio di leggere delle recensioni in Facebook che non lasciano scampo all’azienda o al prodotto. Purtroppo non siamo tutti “buoni” ed educati alla diplomazia, ed è facile specialmente per una figura professionale essere messi al rogo da centinaia di haters furiosi e impazziti. In questo caso arginare i danni è sempre possibile attraverso un intervento di brand reputation positivo, ma non è un qualcosa che potrete fare una tantum ma che dovrete far controllare costantemente, specialmente se la vostra attività fa numeri interessanti.

Riassumendo il tutto, controllate costantemente la vostra reputazione digitale, facendo delle semplici ricerche come ” brand+ recensioni + opinioni + commenti..” e qualora riscontraste qualcosa che mina la vostra buona reputazione, se avete torto migliorare i servizi proposti per prima cosa, ma se siete vittime affidatevi a un esperto.


'Reputazione on line' has no comments

Be the first to comment this post!

Would you like to share your thoughts?

Your email address will not be published.

Copyright Supervalentina.com 2016